31 luglio 2012

"Scattare immagini di persone che soffrono: è giusto che un reporter non intervenga privilegiando il suo lavoro?", lo domanda il Corriere on line ai suoi lettori, che evidentemente ritiene le persone più qualificate ad affrontare questo argomento.

Meglio, molto meglio l'articolo del The Guardian "I was gutted that I'd been such a coward: photographers who didn't step in to help" che raccoglie le testimonianze di 8 fotoreporter trovatisi a fotografare situazioni drammatiche.
Personalmente trovo che la risposta alla domanda del Corriere sia stata efficacemente sintetizzata da Kerim Okten: "You feel powerless, but the power you hold is in your job: to tell the story".

0 commenti:

Posta un commento