24 giugno 2012

Fujifilm X-Pro1, Nikon V1, Olympus OM-D E-M5 e Sony Alpha NEX-7.: quattro tra le migliori mirrorless sul mercato a confronto.

Uniche caratteristiche comuni: il mirino (ottico o elettronico) incorporato e le ottiche intercambiabili. Per il resto, ci troviamo di fronte a quattro interpretazioni piuttosto diverse del tema "mirrorless". Da leggere e rileggere aspettando la disponibilità del conto in banca.

Fotografia della Fuji X-Pro1
La Fuji X-Pro1

Data di presentazione
Fujifilm X-Pro1: 9 gennaio 2012
Nikon V1: 21 settembre 2011
Olympus OM-D E-M5: 8 febbraio 2012
Sony Alpha NEX-7: 24 agosto 2011
Sono tutti modelli recenti; quello più datato (la Sony NEX-7) deve ancora compiere i suoi primi 10 mesi di vita.


Proporzioni fotogramma
Fujifilm X-Pro1: 1:1, 3:2, 16:9
Nikon V1: 3:2, 16:9
Olympus OM-D E-M5: 4:3
Sony Alpha NEX-7: 3:2, 16:9

Dimensioni massime fotogramma (in pixel)
Fujifilm X-Pro1: 4896 x 3264
Nikon V1: 3872 x 2592
Olympus OM-D E-M5: 4608 x 3456
Sony Alpha NEX-7: 6000 x 4000


Risoluzione del sensore
Fujifilm X-Pro1: 16.3 megapixels
Nikon V1: 10.1 megapixels
Olympus OM-D E-M5: 16.1 megapixels
Sony Alpha NEX-7: 24.3 megapixels
Non fatevi ingannare, i 10 megapixel della Nikon sono più che sufficienti per la maggior parte degli usi. I pixel in più possono essere utili a chi ama ritagliare le foto in post-produzione.


Fotografia della Sony Alpha Nex-7
La Sony Alpha NEX-7

Tipo sensore
Fujifilm X-Pro1: CMOS
Nikon V1: CMOS
Olympus OM-D E-M5: CMOS
Sony Alpha NEX-7: CMOS
Sono tutti sensori "CMOS", è vero, ma Fuji per il suo sensore (denominato "X-Trans CMOS") adotta un'innovativa disposizione dei pixel che rende superfluo il filtro anti-moire - a vantaggio di una maggior nitidezza - e che simula la "grana" delle pellicole.

Dimensioni del sensore
Fujifilm X-Pro1: APS-C (23.6 x 15.6 mm)
Nikon V1: CX format (13.2 x 8.8 mm)
Olympus OM-D E-M5: Four Thirds (17.3 x 13 mm)
Sony Alpha NEX-7: APS-C (23.5 x 15.6 mm)
Nikon ha scelto un sensore molto piccolo: non guadagna nulla in termini di dimensione del corpo macchina o delle ottiche (anzi) e perde in profondità di campo. Tuttavia è un sensore che - in quanto a latitudine di posa e rumore - si comportara molto bene. L'Olympus, aderendo allo standard Micro Quattro Terzi, ha al momento la più vasta scelta di ottiche. Sony è riuscita a mettere in un corpo macchina molto compatto un "grande" sensore.

Sensibilità (ISO)
Fujifilm X-Pro1: Auto; 200-6400 (100-25600 in modalità estesa)
Nikon V1: 100-3200
Olympus OM-D E-M5: Auto, 200 - 25600
Sony Alpha NEX-7: Auto, 100-16000
Leggere 12800 ISO mi fa sentire terribilmente vecchio. Con la pellicola (eccola lì, in agguato, la tremenda frase "Ai miei tempi…") già a 3200 ISO saltavano fuori una grana grande quanto un pallino da caccia. Oggi, quindi, tranne casi veramente particolari, i valori ISO a disposizioni sopravvanzano le esigenze fotografiche ordinarie. (PS: poi, personalmente, preferisco avere uno stop in più "in basso" che due stop in più "in alto").


Olympus OM-D E-M5
L'Olympus OM-D E-M5

Stabilizzazione del sensore
Fujifilm X-Pro1: No
Nikon V1: No
Olympus OM-D E-M5: Sì (5 assi)
Sony Alpha NEX-7: No
Qui non c'è storia. Sony, Fuji e Nikon possono montare delle ottime ottiche stabilizzate, ma dopo aver visto questo video la medaglia d'oro va all'Olympus.


Autofocus
Fujifilm X-Pro1: Rilevazione del contrasto; Multi-area; Center; Single; Continuous; Live View
Nikon V1: Rilevazione del contrasto; Rilevazione di fase; Multi-area; Selective single-point; Tracking
Olympus OM-D E-M5: Rilevazione del contrasto; Multi-area; Selective single-point; Tracking; Single; Continuous; Face Detection; Live View
Sony Alpha NEX-7: Rilevazione del contrasto; Multi-area; Selective single-point; Single; Continuous; Live View
La Nikon V1 è l'unica a proporre l'autofocus a rilevazione di fase, utile con soggetti in movimento. Veloce e preciso l'autofocus di Olympus, segue Sony, ultima la Fuji.

Punti di messa a fuoco
Fujifilm X-Pro1: 49
Nikon V1: 135
Olympus OM-D E-M5: 35
Sony Alpha NEX-7: 25
Lo ammetto, non sono un fanatico del numero di punti di messa a fuoco. Ma più punti ci sono, maggiore è la loro densità nell'area inquadrata (il che può voler dire che non è necessario mettere a fuoco e ricomporre l'inquadratura con soggetti molto decentrati).

Fattore di moltiplicazione della focale
Fujifilm X-Pro1: 1.5×
Nikon V1: 2.7×
Olympus OM-D E-M5: 2×
Sony Alpha NEX-7: 1.5×

Monitor
Fujifilm X-Pro1: Fisso, 3", 1.230k
Nikon V1: Fisso, 3", 921k
Olympus OM-D E-M5: Inclinabile, 3", 610k, touch screen
Sony Alpha NEX-7: Inclinabile, 3", 921k
Potendo scegliere, un monitor inclinabile e touch screen è più versatile.

Mirino
Fujifilm X-Pro1: Ottico / elettronico
Nikon V1: Elettronico 0,47", 1.440k punti
Olympus OM-D E-M5: Elettronico, 1.440k punti
Sony Alpha NEX-7: Elettronico
Dopo averli provati (e soprattutto essendo abituato al fantastico pentaprisma della Canon EOS 7D) continuo a non amare i mirini elettronici. Mi è invece piaciuto veramente molto il mirino ibrido "ottico/elettronico" della Fuji.

Copertura del mirino
Fujifilm X-Pro1: 100%
Nikon V1: 100%
Olympus OM-D E-M5: 100%
Sony Alpha NEX-7: 100%

Tempi otturatore (max - min)
Fujifilm X-Pro1: 30 sec - 1/4000 sec
Nikon V1: 30 sec - 1/16000 sec
Olympus OM-D E-M5: 60 sec - 1/4000 sec
Sony Alpha NEX-7: 30 sec - 1/4000 sec
Esagerata la Nikon V1!

Flash incorporato
Fujifilm X-Pro1: No
Nikon V1: No
Olympus OM-D E-M5: No
Sony Alpha NEX-7: Sì
Il flash incorporato è utile solo nelle situazioni di emergenza. Ma non dimentichiamoci che parliamo di fotocamere capaci di 6.400 ISO, ed oltre. Il che, se accoppiato ad un'ottica luminosa (f:2.8) rende inutile il flash incorporate in buona parte delle situazioni. Comunque, averlo a disposizione è una piccola comodità in più.

Flash esterno
Fujifilm X-Pro1: Sì
Nikon V1: Sì
Olympus OM-D E-M5: Sì
Sony Alpha NEX-7: Sì

Modalità flash
Fujifilm X-Pro1: Auto, On, Off, Red-Eye, Slow Sync, Seconda tendina
Nikon V1: Auto, On, Off, Red-Eye, Slow Sync, Seconda tendina
Olympus OM-D E-M5: Auto, On, Off, Red-Eye, Fill-in, Slow Sync, Manuale
Sony Alpha NEX-7: Auto, On, Off, Red-Eye, Slow Sync, Seconda tendina, Fill-in, Wireless

Syncro flash
Fujifilm X-Pro1: 1/180 sec
Nikon V1: 1/250 sec
Olympus OM-D E-M5: 1/250 sec
Sony Alpha NEX-7: 1/160 sec

Scatto continuo
Fujifilm X-Pro1: 6 fps
Nikon V1: 10 fps
Olympus OM-D E-M5: 9 fps
Sony Alpha NEX-7: 10 fps

Misurazione dell'esposizione
Fujifilm X-Pro1: Multi; Media; Spot
Nikon V1: Multi; Media ponderata al centro; Spot
Olympus OM-D E-M5: Multi; Media ponderata al centro; Spot
Sony Alpha NEX-7: Multi; Media ponderata al centro; Spot

Compensazione dell'esposizione
Fujifilm X-Pro1: ±2 EV (a 1/3 EV steps)
Nikon V1: ±3±5 EV (a 1/3 EV steps)
Olympus OM-D E-M5: ±3 EV (a 1/3 EV, 1/2 EV, 1 EV steps)
Sony Alpha NEX-7: ±5 EV (a 1/3 EV steps)

AE braketing
Fujifilm X-Pro1: (a 1/3 EV, 2/3 EV, 1 EV steps)
Nikon V1: NO
Olympus OM-D E-M5: (2, 3, 5, 7 frames a 1/3 EV, 1/2 EV, 2/3 EV, 1 EV steps)
Sony Alpha NEX-7: (a 1/3 EV steps)
L'assenza, nella Nikon V1, della funzione di braketing per l'esposizione non è giustificabile, in alcun modo. E', tuttavia, una mancanza che Nikon potrebbe risolvere semplicemente con un nuovo firmware, ma al momento non se ne parla.

WB braketing
Fujifilm X-Pro1: No
Nikon V1: No
Olympus OM-D E-M5: Sì (3 scatti a 2, 4, 6 steps, selezionabili su uno o entrambi gli assi blu/giallo o magenta/verde)
Sony Alpha NEX-7: No
Il braketing sul bilanciamento del bianco è una chicca che non ho mai usato, ma se c'è… perché no?

Formato video
Fujifilm X-Pro1: H.264
Nikon V1: MPEG-4; H.264
Olympus OM-D E-M5: AVCHD; H.264; Motion JPEG
Sony Alpha NEX-7: MPEG-4; AVCHD
Per orientarvi tra queste sigle vi consiglio di partire da questa "Breve guida alla compressione video".

Microfono
Fujifilm X-Pro1: Stereo
Nikon V1: Stereo
Olympus OM-D E-M5: Stereo
Sony Alpha NEX-7: Stereo

Risoluzione video
Fujifilm X-Pro1: 1920 x 1080 (24 fps), 1280 x 720 (24 fps)
Nikon V1: 1920 x 1080 (60, 30 fps), 1280 x 720 (60 fps), 1072 x 720 (60 fps) 640 x 240 (400), 320 x 120 (1200)
Olympus OM-D E-M5: 1920 x 1080 (60 fps), 1280 x 720 (60, 30 fps), 640 x 480 (30 fps)
Sony Alpha NEX-7: 1920 x 1080 (60, 24 fps), 1440 x 1080 (30 fps), 640 x 480 (30 fps)

Schede di memoria
Fujifilm X-Pro1: SD/SDHC/SDXC
Nikon V1: SD/SDHC/SDXC card
Olympus OM-D E-M5: SD/SDHC/SDXC
Sony Alpha NEX-7: SD/SDHC/SDXC/Memory Stick Pro Duo/ Pro-HG Duo

Connessioni
Fujifilm X-Pro1: USB 2.0 - Mini HDMI
Nikon V1: USB 2.0 - HDMI
Olympus OM-D E-M5: USB 2.0 - Mini HDMI type-D
Sony Alpha NEX-7: USB 2.0 - Mini Type C

Durata batteria (standard CIPA)
Fujifilm X-Pro1: 300
Nikon V1: 400
Olympus OM-D E-M5: 330
Sony Alpha NEX-7: 335

Dimensioni (vedi il confronto su Camerasize)
Fujifilm X-Pro1: 140 x 82 x 43 mm
Nikon V1: 113 x 76 x 44 mm
Olympus OM-D E-M5: 122 x 89 x 43 mm
Sony Alpha NEX-7: 120 x 67 x 43 mm
La Fuji X-Pro1 è, indubbiamente, la più voluminosa. Però in mano "calza" che è una meraviglia.

Peso
Fujifilm X-Pro1: 450 g
Nikon V1: 383 g
Olympus OM-D E-M5: 425 g
Sony Alpha NEX-7: 400 g
Quattro pesi piuma.

Prezzo (indicativo, solo corpo)
Fujifilm X-Pro1: 1.479 euro (solo corpo, miglior prezzo on-line)
Nikon V1: 618 euro (in kit con 10-30mm, miglior prezzo on-line)
Olympus OM-D E-M5: 1.099 euro
Sony Alpha NEX-7: 1.136 euro (solo corpo, miglior prezzo on-line)
La Nikon, con ottica, costa meno della metà del solo corpo della X-Pro1. Un ottimo "value for money".

Tiriamo le conclusioni
Dopo averle prese in mano e aver letto decine di prove mi sono convinto che è pura follia cercare di capire quale, tra la Fuji X-Pro1, la Nikon V1, l'Olympus OM-D E-M5 e la Sony Alpha NEX-7 è la migliore mirrorless sul mercato: sono quattro fotocamere con caratteristiche tecniche importanti e con sensori in grado di offrire una buona, se non ottima, qualità di immagine.
Sono, però, anche fotocamere con una personalità piuttosto pronunciata, che le rendono più idonee ad alcuni usi e meno ad altri.
Così, a grandi linee:
  • se la priorità è la qualità assoluta (da un punto di vista puramente tecnico) dell'immagine fotografica la scelta è opportuno che si orienti verso la Fuji X-Pro1;
  • la Nikon V1 è la scelta giusta se si privilegia la velocità di scatto e di messa a fuoco, ma non se nelle vostre fotografie usate molto giocare con la profondità di campo;
  • l'Olympus OM-D E-M5 è un progetto recente, ha una stabilizzazione ottica da paura, il miglior sensore "micro quattro terzi" di sempre e apre le porte a tutte le ottiche che adottano l'attacco "micro quattro-terzi";
  • la Sony NEX-7 è una tuttafare molto versatile che, in un corpo piccolissimo, racchiude un sensore di grande formato e tantissima tecnologia.
Vi dico la verità: per me è impossibile dire che una è buona e l'altra fa schifo. Se dovete scegliere, pensate all'uso che intendente farne e date un'occhiata al portafoglio. I prezzi, come visto, variano molto.


Cosa regalo a chi
A questo punto, per puro divertimento, mi domando quale di queste macchine regalerei a quattro dei miei fotografi preferiti. Ecco la mia lista dei regali (ognuno può fare la sua):
Fujifilm X-Pro1: Eugene Smith. Se la qualità dell'immagine è la priorità assoluta, non c'è alternativa.
Nikon V1: Henri Cartier-Bresson. Non dà nell'occhio, è veloce... per non perdere l'istante decisivo.
Olympus OM-D E-M5: Robert Capa. Con il sistema di stabilizzazione a 5 assi, però, "slightly out of focus" non avrebbe mai visto la luce. :)
Sony Alpha NEX-7: Bruce Gilden. Perché il riconoscimento dei volti funziona alla perfezione, ed è veloce.

Ciao
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento