13 febbraio 2012

Due nuove compatte con sensore di grandi dimensioni da Sigma.
Sigma DP1M/DP2M
Sigma, dopo la SD1M e sempre in onore di Richard "Dick" Merrill, presenta le fotocamere compatte Sigma DP1M e Sigma DP2M, dotate del medesimo sensore Foveon da 15×3 Megapixel (formato APS-C, 24 x 16 mm) usato sull'ammiraglia Sigma SD1, del processore Dual TRUE II engine e di un nuovo monitor (fisso) da 3 pollici e 920k pixel. Il tutto in un corpo macchina di dimensioni molto simili a quelle dell'Olympus PEN E-P3.

La Sigma DP1M e la Sigma DP2M sono uguali in tutto e per tutto, tranne che nell'ottica (fissa) adottata: un 19mm f/2.8 (28mm equivalente) per la DP1M, ed un 30mm f/2.8 (45mm equivalente) per la DP2M. La sensibilità non è stata comunicata, ma sembrerebbe essere tra 100 e 6400 ISO (perdendo così, rispetto ai modelli precedenti, i 50 ISO).

Sono fotocamere prive di ogni orpello "non fotografico", che si giocano tutto sulle promesse di qualità di immagine che il sensore Foveon si porta in dote.
Bisogna però vedere se saranno in grado di competere (in quanto a sistema autofocus, misurazione dell'esposizione, riduzione del ruomore, velocità di accensione/scatto, qualità dell'ottica) con la concorrenza delle mirrorless... se così fosse, toccherebbe farci qualcosa di più di un pensierino. In attesa, ovviamente, di conoscere il prezzo di vendita.

0 commenti:

Posta un commento