9 febbraio 2012

Dopo l'orgia di macchine fotografiche (che altro non dovrebbero essee che le fredde esecutrici delle nostre decisioni), torno a parlare di fotografi, ovvero di chi è più preoccupato dell'immagine che vuole produrre che del mezzo che utilizzerà.

Tante chiacchiere per segnalarvi il sito di Nadia Wicker, truccatrice e fotografa, ed in particolare due suoi lavori: Shaman e Ursides. Interpretazioni molto creative del genere "ritratto fotografico".

0 commenti:

Posta un commento