13 febbraio 2012

Laboratori Visivi presenta: Incontro con Mario Dondero e Simona Guerra per la presentazione del libro sulla vita e il lavoro di uno dei padri del fotogiornalismo italiano
Sabato 18 febbraio ore 19.00 - "CinemAvvenire" Viale dello Scalo San Lorenzo, 51 - Roma


Laboratori Visivi, in collaborazione con CinemAvvenire, è lieta di ospitare l'incontro con Mario Dondero, uno dei padri del fotogiornalismo italiano e europeo, e Simona Guerra, storica della fotografia e curatrice del libro "Mario Dondero" (2011) edito da Bruno Mondadori, e dedicato alla vita del fotografo.
La presentazione del libro sarà l'occasione per conoscere ed ascoltare i racconti e gli aneddoti della vita del grande fotografo a contatto con le realtà editoriali italiane ed europee come Le Monde, L'Espresso, Le Nouvel Observateur, L'Unità, L'Avanti, e del suo lavoro al fianco di artisti e intellettuali del Novecento come Dino Buzzati, Salvatore Quasimodo, Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini, Maria Callas e Samuel Beckett.

L'appuntamento è presso "CinemAvvenire" (Viale dello Scalo San Lorenzo, 51, Roma) il prossimo 18 febbraio alle ore 19.00.
Aperitivo dalle ore 18.00. (Ingresso con tessera Arci. Per chi sottoscrive la tessera durante la serata, in omaggio una consumazione di benvenuto).

A seguire book signing

__________________

Mario Dondero - Inizia a collaborare nei primi anni cinquanta a "l'Unità", "L'Avanti", "Milano Sera", "Le Ore". Legato al cosiddetto gruppo dei "Giamaicani" (i frequentatori del bar Giamaica a Milano), Milan Alfa Castaldi, Camilla Cederna, Luciano Bianciardi, Giulia Niccolai, Carlo Bavagnoli, Ugo Mulas, Uliano Lucas, nel 1955 si sposta a Parigi dove collabora con "L'Espresso", "L'Illustrazione Italiana", "Le Monde", "Le Nouvel Observateur". Frequenta e ritrae scrittori e intellettuali francesi (Roland Topor, Claude Mauriac, Daniel Pennac, Jeshar Kemal). Il suo interesse per l'Africa si è manifestato attraverso la collaborazione alle riviste Jeune Afrique, Afrique-Asie, Demain l'Afrique. Oggi continua a girare il mondo e a ritrarre gli uomini e la loro storia, per giornali, riviste e associazioni umanitarie come Emergency.

Simona Guerra - Storica della fotografia e consulente di archivi fotografici. Si occupa di catalogazione, archiviazione e valorizzazione di fondi fotografici collaborando con alcuni dei maggiori archivi italiani e con diverse istituzioni italiane. Laureata al DAMS di Bologna, ha studiato Storia della fotografia con Italo Zannier. Nel 2000 ha lavorato al primo riordino dell'archivio Mario Giacomelli e alla sua retrospettiva poi tenutasi a Palazzo delle Esposizioni a Roma. Ha pubblicato tra l'altro "Mario Giacomelli. La mia vita intera" (Bruno Mondadori). Dal gennaio 2009 tiene la rubrica mensile "Fotologie in Archivio" sulla rivista Fotologie.it.


Un progetto a cura di Laboratori Visivi - Laboratori Visivi è una realtà associativa che da cinque anni si dedica alla promozione e alla divulgazione del linguaggio e della cultura fotografica. Sviluppa parallelamente un'attività di formazione alla fotografia dalle basi alla specializzazione professionale e una programmazione di incontri, workshop, progetti ed eventi fotografici che vedono come protagonisti importanti personalità del mondo della fotografia e del fotogiornalismo.

In collaborazione con CinemAvvenire - L'Associazione CinemAvvenire, fondata nel 1992 alla Mostra del Cinema di Venezia da Gillo Pontecorvo, Massimo Calanca e Giuliana Montesanto, ha aperto il Centro Culturale Polivalente nel quartiere di San Lorenzo. L'obiettivo è di realizzare le attività di promozione della conoscenza e dell'amore per il cinema e le altre arti, caratteristiche dell'associazione, in una sede "sulla strada", in un quartiere popolare, giovanile ed universitario, per un pubblico sensibile ed attento alle nuove domande culturali e alle iniziative che integrano i linguaggi artistici con "l'arte di vivere".  Per sviluppare un dialogo tra artisti, pubblico ed animatori culturali in un centro di idee, di incontri, di amicizia, di scambi di punti di vista e di valori, di divertimento, di spettacolo, di creatività, di riflessione e sperimentazione sull'arte, la bellezza, il senso del vivere, e sul rapporto tra l'arte e la vita.

0 commenti:

Posta un commento