16 febbraio 2012

Fino ad ora ne ho visto parlare solo sui blog anglofoni; provo quindi a rilanciare la questione anche nel mondo dei blog italiani.

Il tema è questo: è giusto che un giornale usi, senza chiedere l'autorizzazione al fotografo, una fotografia trovata on-line, riservandosi di pagare dopo il costo della licenza per l'uso?

La vicenda è la seguente: il fotografo Jonathan Kent vede una sua fotografia pubblicata sul sito del The Telegraph. Contatta il giornale chiedendo spiegazioni sull'uso della fotografia, e chiedendo che gli venga pagato il compenso per l'uso non autorizzato. La risposta del foto-editor è del tenore seguente: viviamo in un mondo molto veloce, e non possiamo permetterci il lusso di chiedere sempre l'autorizzazione a pubblicare una foto trovata on-line. Se non ci sono particolari elementi, pubblichiamo la fotografia che ci serve, riservandoci di pagare dopo la licenza d'uso ai prezzi di mercato. L'unica alternativa sarebbe quella di usare solo fotografie provenienti da raccolte commerciali, che sono, purtroppo, inadeguate.

La risposta del fotografo è simpatica e inizia così (la traduzione non è letterale):
«Caro Matthew,
parliamo della tua automobile. Un collega mi ha passato la tua e-mail, e la tua posizione è chiara: sei arrabbiato perchè ieri pomeriggio ho preso la tua automobile senza chiedertene il permesso.
Ora, e non cerco di scusarmi, viviamo in un mondo in rapido cambiamento. E io devo muovermi di conseguenza. Devo vedere un sacco di posti, visitare bar, frequentare ristoranti e fare colpo su di un numero incredibile di splendide donne.
Ieri pomeriggio mi chiama la ragazza più sexy che io abbia mai conosciuto. Voleva che l'accompagnassi "All'oca grassa" e, che posso dire, non avevo sottomano un'auto appropriata.
Poi ho visto la tua Aston. Ora, chiamami fesso, ma era lì, parcheggiata in strada, in bella vista. Avrei veramente voluto chiederti il permesso di prenderela per un paio d'ore ma, e questo te lo preciso perchè so che tu non puoi capire come deve vivere la gente come me, tu non hai lasciato un bigliettino sul cruscotto con i tuoi recapiti. ...»


Beh, la questione è semplice: è giusto che un giornale pubblichi, senza chiederne l'autorizzazione, una fotografia trovata on-line solo perchè ne ha bisogno? Ed è giusto che sia il giornale medesimo a stabilire, a posteriori, il costo della licenza d'uso?

Per me la risposta è no a tutte e due le domande. Le fotografie che scatto sono mie, e sono io a dover decidere a quale prezzo venderle. Poi, magari, a quel prezzo non ne venderò neppure una, ma sarà stata una mia scelta.

3 commenti:

  1. a me capitò con un quotidiano on-line che prese una mia foto da Flickr. Non mi diede tanto fastidio il fatto che l'avessero pubblicata (anzi, mi rese orgoglioso) quanto il fatto che non ci fossero nemmeno i credits. Di foto mie usate on line ne vedo tantissime ma nel 99% dei casi c'è almeno il riferimento al mio profilo su Flickr.

    RispondiElimina
  2. Salve a tutti! Di recente un giornale inglese ha pubblicato una foto fatta da me ad una loro giornalista, mentre era in corso un servizio offerto da me tramite un albergo. Non sono citato nella foto nè ho avuto compensi da questo. Come muoversi in futuro?

    RispondiElimina
  3. Ciao Alberto. Io contatterei la redazione spiegando che hanno pubblicato una tua foto, senza il tuo consenso, e indicando il compenso che ti deve essere pagato.

    RispondiElimina