12 gennaio 2012

Ogni tanto capitano commenti molto strani, arrabbiati, tipo questo lasciato sul post di presentazione della Fujifilm X-Pro1.
«Io trovo che la via aperta da Fuji sia sensazionale. Una fotocamera "compatta" con sensore paragonabile ad una full frame (e già il sensore della X100 era strabiliante), un mirino ottico (e addirittura ibrido) VERO, la possibilità di scegliere un obiettivo normale (50mm circa) con apertura a 1,4 (dico: 1,4)... quanto dovrebbe costare ? Ti do qualche idea ? Leica M9, solo corpo e senza AF costa 7.500 euro ? Ti bastano ? Se paragoni la qualità degli scatti M9 e Nex-7 Sony scoprirai che per M9 ci sono svariati migliaia di euro BUTTATI ! Se è vero che il 90% della gente non avrà bisogno di questa Fuji (nè di una DSRL), se è vero che il restante 10% non può (e non vuole) permettersi Leica, se è vero che il 3% vorrebbe sempre con se una fotocamera di alta qualità e degna di riprese fotografiche (non scattini da prima comunione)... se è vero che Fuji ha ascoltato quelli che (come me) chiedevano una fotocamera di altissima qualità, manuale (ma veramente manuale) e con l'unico mirino ottico degno di questo nome... beh ti rimane solo questa. La maggior parte dei veri appassionati fotografi (e moltissimi professionisti) oggi usano Canon serie G. Hai mai visto uno scatto ripreso a 200 ISO con una G10 che costava 520 euro ? Beh, è uno schifo.Certo è che se poi ci si limita a fotografare la ragazza in spiaggia a Rimini... compratevi una compatta da 80 euro che ve ne cresce. Saluti»
Fuji ha presentato la sua fotocamera solo 3 giorni fa, ed al momento non sono disponibili (che io sappia) altre fotografie se non quelle fornite da Fuji stessa.

Fotografia della Fujifilm X-Pro1
La Fujifilm X-Pro1


L'elemento innovativo della fotocamera è il sensore, con un'originale disposizione dei pixel (più correttamente credo che si dovrebbe parlare dei photodetector) che dovrebbe consentire sia di eliminare l'effetto moiré senza ricorrere a filtri anti-aliasing, sia di riprodurre la distribuzione "casuale" dei cristalli di alogenuro d'argento sulla pellicola tradizionale.
Nel post, dopo aver elencato le principali caratteristiche tecniche, concludevo scrivendo che "in questo caso, però, preferisco sospendere il giudizio per vedere se un sensore così innovativo produce sensibili differenze sulla qualità delle immagini."

Qual è il problema, a mio parere?
Fuji ha alle spalle un glorioso passato nella fotografia professionale, e negli ultimi anni è tornata ad essere protagonista nel settore digitale. Un esempio è l'ottima Fujifilm X100, per la quale la domanda è stata spesso molto superiore all'offerta, arrivando a quotazioni folli sul mercato dell'usato.
La Fujifilm X-Pro1 ha molte caratteristiche interessanti ma, se il prezzo comunicato (1.700$ per il corpo macchina, 500$ per il 18mm F/2 ed il 35mm F/1.4 e 600$ per il 60mm F/2.4) dovesse essere confermato, così come se dovesse essere applicato l'usuale tasso di cambio "1 dollaro = 1 euro), sarà una macchina fotografica costosa. Anche acquistando un solo obiettivo si dovranno spendere 2.200$.

E' a questo punto che sospendo il giudizio: perché 2.200 dollari sono una cifra importante, e solo giudicando le immagini che questa macchina fotografica (con il relativo obiettivo) può produrre si può decidere se varrà la pena spenderli. E le fotografie che Fuji pubblica non mi sono di conforto (come, peraltro, accaduto in molte altre occasioni. Ma è inevitabile, sono jpeg pubblicati sul web!)

Fotografia della Sony NEX-7
La Sony Nex-7

Tornando al commento, viene citata correttamente la Sony NEX-7, in quanto una delle più dirette concorrenti della X-Pro1 (e viceversa). Ebbene, la Sony NEX-7 ha pure un sensore APS-C, in un corpo macchina più compatto (vedi il confronto) e in America costa 1.200$ (solo corpo, fonte dpreview). Cui si può abbinare, tra gli altri, un 16mm F/2.8 (250$) o un 50mm f/1.8 (300$)
In sintesi, acquistando la X-Pro1 con il 60mm spendo (lo ripeto, in base alle informazioni trapelate) circa 2.300$, acquistando la Sony NEX-7 con il 50mm spendo (in base ai prezzi dello store americano di Sony) 1.500$.
Sono 800$ di differenza. E permetterai che mi ponga la domanda se la Fuji li vale questi 800 dollari in più, o no?

Fotografia della Leica M9 con il Leica Summilux 50mm f1.4
La Leica M9 | Foto di Andrew Xu (cc)


Certo, poi c'è la Leica M9, e che la Fuji punti direttamente a chi sogna una Leica M9 non mi sembra un mistero. Non vi sono solo affinità estetiche e di dimensione (vedi il confronto), ma anche l'intenzione di Fuji di presenterà a breve un anello adattatore per montare le ottiche Leica sulla sua X-Pro1.
Ora, Leica M9-P e X-Pro1 non sono proprio proprio uguali, a partire dalle dimensioni del sensore (full-frame vs APS-C, e per quanto mi sforzi di immaginare la profondità di campo resa dai due sensori sarà giocoforza diversa) e dalla tecnologia utilizzata (CCD vs CMOS), che fra l'altro gioca un ruolo abbastanza importante nell'ampiezza della gamma dinamica delle immagini.
La Leica M9-P costa, in America, quasi 8.000$ (solo corpo, fonte Amazon.com), il che regala alla X-Pro1 un vantaggio di 6.300$.
Ma, lo ribadisco, deve prima dimostrare quanto vale.

PS:
La Canon G10 è stata presentata nel settembre 2008 (più di tre anni fa) e si colloca in una fascia di prezzo distante anni luce dalla X-Pro1. Tutto ciò considerato, mi sembra che i suoi scatti a 200 ISO non facciano schifo. Opinione personale, per carità.
Quanto alle fotografie della prima comunione o della ragazza in spiaggia a Rimini, forse saranno le uniche fotografie che ancora guarderemo con una vena di nostalgia a 80 anni.

Ciao
Giovanni B.

1 commenti:

  1. La M9 non avrà concorrenti finchè una grande marca non farà esordire una telemetro come seconda alternativa. Il prezzo dovrebbe aggirarsi attorno ai 2500€, per esempio la Zeiss, come si sentiva in precedenza. Le altre sono solo fumo negli occhi. E se sarà come la Pen 2 con i suoi adattatori, vedrete che la differenza con Leica sarà non di 5000€ ma di anni luce.

    RispondiElimina