10 gennaio 2012

Fuji presenta la Fujifilm X-Pro1, che non è semplicemente (come si potrebbe credere) la versione a ottiche intercambiabili della Fujifilm FinePix X100. Le innovazioni che la X-Pro1 porta in dote, infatti, sono veramente tante.

Immagine della Fujifilm X-Pro1

Questa volta però non inizio con le caratteristiche tecniche, ma dal prezzo. Secondo indiscrezioni - Amazon avrebbe pubblicato il prezzo per la prevendita, prontamente ritirato - il prezzo della Fuji X-Pro1 dovrebbe aggirarsi sui 1.700$ per il solo corpo. E 1.700$ non sono affatto pochi.
Vediamo quindi se li può valere.

La X-Pro1 presenta le seguenti caratteristiche:
  • sensore CMOS formato APS-C (23,6x15,6mm) con matrice X-Trans da 16,3 megapixel, probabilmente l'elemento più innovativo di tutta la fotocamera. Il sensore, infatti, simula la distribuzione casuale dei cristalli di alogenuro d'argento sulla pellicola tradizionale
  • gamma ISO da 200 a 6400 (espandibile fino a 25.600) possibilità di salvare la fotografia contemporaneamente in formato raw e jpeg
  • misurazione dell'esposizione avviene su 256 zone
  • acquisizione di video (H.264) in fullHD (1080@24 fps)
  • monitor LCD da 3 pollici e 1.230k pixel
  • mirino ibrido (già visto sulla X100) con copertura del 100%
  • flash esterno tramite hot-shoe syncro flash a 1/180 di secondo
  • possibilità di simulare le caratteristiche di 10 differenti pellicole (tra le quali, ovviamente, Velvia e Provia)
  • peso di 450g (incluse le batterie) e dimensioni non lilipuziane di 140x82x43 mm (per un raffronto con le altre mirrorless clicca qui
  • attacco "X-mount" (ma ci sarà anche un adattatore per usare le ottiche Leica con innesto M).  Le ottiche inizialmente disponibili saranno un 18mm f/2, un 35mm f/1.4 e un 60mm f/2.4, ma Fuji prevede la produzione di altre nove nuove ottiche nei prossimi tre anni.
Questo è quanto sono riuscito a trovare al momento. Che dite? Un po' poco per una fotocamera da 1.700 dollari?
Onestamente pare anche a me.
In questo caso, però, preferisco sospendere il giudizio per vedere se un sensore così innovativo produce sensibili differenze sulla qualità delle immagini.

Ciao
Giovanni B.

5 commenti:

  1. Io trovo che la via aperta da Fuji sia sensazionale. Una fotocamera "compatta" con sensore paragonabiole ad una full frame (e già il sensore della X100 era strabiliante), un mirino ottico (e addirittura ibrido) VERO, la possibilità di scegliere un obiettivo normale (50mm circa) con apertura a 1,4 (dico: 1,4)... quanto dovrebbe costare ? Ti do qualche idea ? Leica M9, solo corpo e senza AF costa 7.500 euro ? Ti bastano ? Se paragoni la qualità degli scatti M9 e Nex-7 Sony scoprirai che per M9 ci sono svariati migliaia di euro BUTTATI !
    Se è vero che il 90% della gente non avrà bisogno di questa Fuji (nè di una DSRL), se è vero che il restante 10% non può (e non vuole) permettersi Leica, se è vero che il 3% vorrebbe sempre con se una fotocamera di alta qualità e degna di riprese fotografiche (non scattini da prima comunione)... se è vero che Fuji ha ascoltato quelli che (come me) chiedevano una fotocamera di altissima qualità, manuale (ma veramente manuale) e con l'unico mirino ottico degno di questo nome... beh ti rimane solo questa.
    La maggior parte dei veri appassionati fotografi (e moltissimi professionisti) oggi usano Canon serie G. Hai mai visto uno scatto ripreso a 200 ISO con una G10 che costava 520 euro ? Beh, è uno schifo.
    Certo è che se poi ci si limita a fotografare la ragazza in spiaggia a Rimini... compratevi una compatta da 80 euro che ve ne cresce.
    Saluti

    RispondiElimina
  2. Bravo Anonimo, la penso anche io come te. Bisogna sempre distinguere l'amatore domenicale da quello evoluto (se non addirittura professionista). La X-Pro 1 promette molto, ma di sicuro siamo già su una fascia professionale. Nessun fotografo della domenica spenderebbe una cifra del genere per una macchina della quale non riesce a comprendere la potenzialità. Già la X100 è un buon compromesso, mentre la X10 è destinata appunto a un pubblico già più consumer. Venendo dall'analogica, essendo passato per le reflex, mi sarebbe impossibile fotografare senza un mirino decente, cosa che la X10 non ha. Tuttavia per chi con la fotografia lavora, oggigiorno è essenziale un'attrezzatura sempre più leggera e meno ingombrante (i casini che ti fanno in aeroporto...).
    Questa Fuji promette veramente molto bene, spero solamente che il corredo si faccia più nutrito.
    Un saluto

    RispondiElimina
  3. Giusto per alimentare la discussione :)

    ma della qualità delle immagini non interessa niente a nessuno? La Fuji può anche avere il mirino ottico/elettronico, ma se poi le foto facessero schifo?

    o se l'autofocus fosse lento e impreciso?

    e poi, si parla di professionisti, ma di che professionista parliamo? un fotoreporter (e so di dire una banalità) ha esigenze diverse da un fotografo di panorami, che a sua volta ha esigenze diverse da un fotografo di vip, diverse da un fotografo di sport... probabilmente la Fuji accontenterà alcuni professionisti e fotoamatori danarosi, ma non tutti.
    E ancora, ma solo per alimentare la discussione, la Olympus OM-D E-M è per molti versi simile (simile, non uguale), in più è tropicalizzata, e costa molto meno. Quale tra le due?

    Io, prima di acquistare, aspetterei di vedere qualche foto. Ancora meglio, chiederei di poter fare qualche scatto.
    Buona serata a tutti

    RispondiElimina
  4. Quoto: "Certo è che se poi ci si limita a fotografare la ragazza in spiaggia a Rimini... compratevi una compatta da 80 euro che ve ne cresce."

    Per fortuna mi accorgo che non sono il solo a NON pensarla come te ("Photographing your family with the BEST photo equipment you can afford").

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, sei in buona compagnia: "Credo che la massima ambizione per una fotografia sia di finire in un album di famiglia" (Ferdinando Scianna, Autoritratto di un fotografo).
      E, se permetti, mi ci metto anche io.

      Ciao!

      Elimina