20 dicembre 2011

Sul "Corriere della Sera.it" una bella intervista a Mimmo Jodice.

Il fotografo napoletano racconta dei suoi inizi, della Napoli artistica negli anni '50 e '60, degli incontri con altri artisti già famosi (Beuys, Warhol, Mapplethorpe) e dei "ragazzi" della scuola di Düsseldorf (Thomas Ruff, Candida Hoffer, Thomas Struth, Andreas Gursky) e delle fotografie milionarie.
E lo fa con una semplicità e umiltà che ti fanno dimenticare che lui sì è una leggenda vivente della fotografia.

0 commenti:

Posta un commento