30 ottobre 2011

«Credo che la “lentezza” sia un elemento che goda di maggiore credito di quello che in realtà meriti, al giorno d’oggi. Io sono probabilmente compulsivo e stressato, vivo in corsa ma non per questo reputo di non mettere passione e testa in quello che faccio. Anzi. Non credo che la qualità sia legata al tempo che si dedica alla sua “produzione”, e ancor meno al mezzo che si usa per la produzione. Ci sono menti che hanno bisogno di tempo per individuare la strada giusta, e altre che hanno bisogno di pochi istanti: è il risultato che conta.» Da "Slow photo, una strada per l'alternativa?", di Di: Luca Pianigiani Dai, leggete l'articolo e fatemi sapere cosa ne pensate, che sono curioso. Io la mia idea ce l'ho...

0 commenti:

Posta un commento