25 maggio 2011

I filtri grigi a densità neutra (ND, Neutral Density) sono piuttosto utili in fotografia: riducendo l'intensità della luce che arriva al sensore, permettono di utilizzare tempi di posa più lunghi (per ottenere, per esempio, effetti di movimento impossibili con tempi di posa veloci, si pensi alle classiche fotografie dove l'acqua di un ruscello sembra di seta) o di utilizzare diaframmi più aperti, se si cercano ridotte profondità di campo in presenza di illuminazioni forti.
Purtroppo, il loro costo è piuttosto alto, soprattutto al crescere del diametro dell'obiettivo.

In aiuto ci vengono, in questo caso, i negozi di ferramenta: il costo delle lenti per saldatura è nettamente inferiore a quello di un filtro ND e, a seconda del tipo, permettono di "recuperare" diversi stop. Il problema è che le lenti da saldatore non sono... a densità neutra (non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca, suvvia!). In altre parole, introducono nella foto una fastidiosa dominante colorata (verde, gialla, oro o arancio); ma questo difetto può essere facilmente eliminato (entro certi limiti) lavorando sul bilanciamento del bianco.

Utili, per chi vuole cimentarsi in questa prova, è la lettura dell'articolo "Use welding glass as 10 stop ND filter" e dei relativi commenti; se volete invece acquistare dei filtri ND e NDG (neutri graduati), può essere utile questa discussione su "Juza Nature Photography Forum", anche se un po' datata.

0 commenti:

Posta un commento