23 novembre 2010

Il blog Still Alive è una miniera di idee per chi vuole sperimentare con la fotografia.

Tra le ultime idee, mi ha colpito questa per la stampa delle fotografie su carta fotosensibile (purtroppo, il link non è più attivo). "Dov'è la novità?", mi chiederete, fino a non molto tempo fa le fotografie venivano tutte stampate su carta fotografica, per definizione "fotosensibile".

La novità è che la carta utilizzata per la stampa non è la carta fotografica, ma carta fotosensibile, e che la fonte luminosa non è l'ingranditore, ma il sole stesso.

Rubando le parole al sito che la vende, "gli oggetti appoggiati sulla carta fotosensibile, dopo essere stati esposti per un breve periodo al sole, lasciano sulla carta il proprio contorno, come se tracciati con la forbice. Sviluppo e fissaggio con acqua corrente, senza camera oscura! etc etc etc".

Perchè non appoggiarvi sopra, quindi, invece di una foglia o di una pera, un bel negativo? I risultati pubblicati da Nitsa (la blogger di Still Alive) non sono niente male. E c'è anche un piccolo trucco per chi non ha un negativo a disposizione, ma solo immagini in formato digitale e vuole -comunque- provare a cimentarsi con la stampa su carta fotosensibile.

Ciao
Giovanni B.

PS: Io ho trovato informazioni sulla vendita della carta fotosensibile solo al link riportato nell'articolo. se conoscete altri siti che la vendono, potete per cortesia segnalarli nei "commenti" qui sotto? Grazie.

4 commenti:

  1. la carta fotosensibile io l'ho trovata su opitec.it
    laura

    RispondiElimina
  2. Grazie Laura
    anch'io l'ho trovata su opitec.

    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina
  3. la carta si puo sensibilizzare tranquillamente in casa con una spesa molto piccola ma serve comunque una camera buia con delle veline rosse davanti alle fonti di luce

    RispondiElimina