23 novembre 2010

Ieri su google reader, tra le diverse decine di notizie relative a nuovi obiettivi o, peggio ancora, alle fotocamere che si sussurra forse usiranno tra sei sette otto mesi, ho trovato una notizia interessante che, finalmente, parlava di fotografia.

Si tratta di un reportage del fotografo Damon Winter sulla vita dei membri di un battaglione di fanteria di stanza nel nord dell'Afghanistan.
Lo strumento fotografico scelto per documentare la vita quotidiana dei marines è l'iPhone, un aggeggio sicuramente prestigioso ma che, in ambito fotografico, rientra tra le scelte meno costose. Ancora una volta sono rimasto affascinato dalla bellezza delle immagini che il fotografo è riuscito a produrre con l'iPhone: intendiamoci, non mi riferisco alla "qualit" tecnica dell'immagine, ma al suo contenuto espressivo.

Cosa, del resto, già emersa guardando le fotografie del progetto "Africa through iPhone" (leggi anche l'intervista a Stefano Pesarelli) e, ancora prima, ammirando la New York di Marco D'Amico.

0 commenti:

Posta un commento