21 settembre 2010

Sigma presenta la SD1, la nuova ammiraglia reflex in vendita dal 2011.
Confesso la mia simpatia per le reflex Sigma. Simpatia di vecchia data, più o meno una ventina d'anni fa, quando potendo finalmente acquistare la mia prima macchina fotografica mi trovai a scegliere tra la Canon EOS 50e e la Sigma SA-300.
Per la cronaca, scelsi Canon.

Fotografia della macchina fotografica Sigma SD1

Adesso, all'inizio dell'era digitale, questa simpatia sopravvive mista a curiosità, perchè ogni (rara) volta che Sigma presenta una nuova macchina fotografica mi pongo due domande:
  1. che senso ha comperare una Sigma quando i leader sono Canon e Nikon e, al limite, si può optare per Olympus o Pentax?
  2. perchè un fotografo dovrebbe acquistare una Sigma?

Ho già posto questa domanda e, gli appassionati del marchio, mi hanno risposto in coro più o meno così:
"Non hai trovato nessun motivo per utilizzare una Sigma SD14/15. Infatti è una macchina complicata da usare; devi conoscere la teoria, correggere il colore, il punto di bianco, devi tornare alla logica zonale, devi farci tantissimi rullini...oops scusa files. Insomma devi capire il mezzo come funziona, molto di più rispetto a Nikon e Canon. Quando ci hai fatto la mano però...ottieni risultai mai visti in digitale come: profondità di colore e tonalità, bellissimo bianco e nero, stupenda gamma dinamica, nitidezza etc. Componenti di un'immagine che servono molto per il godimento di una foto stampata."

Insomma, sembra che la qualità delle immagini prodotte dal sensore Foveon sia straordinaria. Non ne dubito, ma fino ad ora non sono riuscito a vedere un solo file (che non sia un jpeg passato sotto gli algoritmi di Photoshop).

Comunque sia, Sigma a quanto pare non mi dà ascolto ed ha presentato la sua nuova ammiraglia, la SD1, che si presenta equipaggiata con:
  • un sensore Foveon X3 in formato APS-C (24 x 16mm) da 46 megapixel (equivalente ad un sensore Bayer da circa 15,5 megapixel),
  • un bel corpo in lega di magnesio tropicalizzato,
  • schermo da 3 pollici con una risoluzione di 460k pixel,
  • sistema di messa a fuoco a 11 punti (a doppia croce),
  • mirino ottico con copertura del 98% e correzione delle diottrie (da -3,0 a +1,5).

Se aggiungo anche le dimensioni (145,5×112,5×80.0 mm) più o meno ti ho detto tutto.

Manca il prezzo che, però, non mi risulta ancora comunicato.
Ah, è vero, mancano anche i dati relativi ai video. Ma, come detto sopra, Sigma fa macchine fotografiche per fare fotografie, non video, quindi di fare video non se ne parla.

Ciao
Giovanni B.

22 commenti:

  1. premetto di possedere una canon (Eos 30D), una nikon (D1X) una panasonic (DMC-L1) ed infine una sigma (SD14). ho letto il tuo articolo, ma francamente non l'ho capito. tralascio la parte alle scelte che hai fatto (più che condivisibili) per commentare questa riga:
    "Non ne dubito, ma fino ad ora non sono riuscito a vedere un solo file (che non sia un jpeg passato sotto gli algoritmi di Photoshop)."
    sono perplesso, hai mai visto un JPEG non prodotto artificialmente (ricordo che l'argomento sia la parola SOFTWARE che forse ti sfugge), comunque tento di interpretare la tua scrittura come:
    "certo chi ha una SD14 deve sempre produrre i JPEG dal file RAW nativo (traduzione incerta)"
    se te ne fregasse qualcosa di ciò che scatti forse lo faresti anche te (visto che a meno possieda una compatta budget anche la tua reflex produce file grezzi), quindi mi tocca ripetermi, qual'era questa cosa arcana che devi fare solo con la SIGMA?
    per quanto concerne i comandi della macchina poi, c'è 1 sola cosa in cui chi fotografa è concorde con le SIGMA, che il modo in cui sono eccezzionalmente razionalizzati i comandi è unico tra le reflex in commercio, rassomigliando in modo esemplare alle reflex analogiche, per la mancanza completa d combinazioni di tasti ed altre "menate" del genere tipiche di NIKON e CANON.

    RispondiElimina
  2. La domanda che devi porti è una sola: «mi piacciono le immagini o il marchio della fotocamera?»
    Se ti piacciono le immagini, in digitale c'è solo una scelta sensata: Sigma con sensore full RGB. Questo modello appena presentato, per chi saprà osservare senza i prosciutti al posto degli occhi, mette in crisi l'intero sistema basato su sensori a matrice Bayer.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. @ Amadori: no, hai interpretato male la frase. Il senso è che tutti i possessori di sigma vantano la qualità delle immagini che si possono ottenere con queste macchine fotografiche, ma poi -quando si tratta di condividere uno scatto per condividere con gli altri questi risultati- non sono mai riuscito ad ottenere un solo file. E guardando a quello che è disponibile sulle gallerie "pubbliche" (file jpeg, per l'appunto, passati con Photoshop), non ho trovato uno scatto che mi convinca della superiorità della Sigma. Ma, appunto, non ho mai potuto vedere un solo file raw.
    @ Anonimo: dici che l'unica scelta sensata è la Sigma. Sarà, e non nascondo che prima o poi mi piacerebbe veramente provarla. Ma perchè la maggior parte dei professionisti (escludi chi lavora in studio) riesce a vivere scattando foto con Canon, Nikon etc. Quanto a dire che questo modello mette in crisi l'intero sistema basato su sensori Bayer, vabbè, sono d'accordo che è un modello interessante, ma aspettiamo di vederlo funzionante.

    C'è una notizia che, tuttvia, avrebbe dovuto destare l'attenzione di due sigmisti sfegatati come voi: si vocifera che Olympus potrebbe (condizionale d'obbligo) passare al Foveon. Certo, sono voci che si sentono bisbigliare da almeno un anno, ma gira voce che la PEN-3 potrebbe montare il Foveon.

    Lancio infine un appello: ci sono possessori di Sigma SD14/15 su Roma, dispositi a dedicare un paio di ore del loro tempo per un confronto con un'analoga Canon/Nikon? Potrebbe essere un bel modo per "dirimere" la questione.

    Da ultimo una cortese richiesta: suvvia, mi sembrate un po' troppo seriosi... va bene essere dei fan sfegatati, ma le cose si possono discutere anche con il sorriso sulle labbra (non si vede, è vero, ma si sente anche al pc).

    RispondiElimina
  4. Salve.
    Io possiedo una Canon 550d, una Nikon d5000, una Panasonic GF1, e ho anche usato per un certo periodo la Pentax K20D.
    Devo sinceramente ammettere che la qualità diimmagine che esce fuori dalla mia compatta Foveon (Sigma DP2) è mooolto superiore a quella di tutte le reflex che ho citato.
    Non c'è traccia di aliases, il range dinamico è eccellente. Nessun disturbo, l'immagine è nitida anche al 100 per cento sullo schermo.
    In raw il Foveon offre il meglio, ma anche in jpeg la differenza c'è e si vede anche nelle stampe.
    Poichè l'output della DP2 è di (soli) 2640x1670 pixels, la comparazione effettuata con le reflex che ho l'ho effettuata ridimensionando l'immagine di quest'ultima. Beh, anche in questo caso, devo dire che la differenza si nota (ad es. nel dettaglio delle foglie degli alberi, nei capelli ecc.).
    Il fatto è che la DP2 ha svariati problemi di altro genere (una gestione dell'elettronica non al livello delle altre Case, un autofocus non all'altezza e indeciso in condizioni di bassa luminosità, resa cromatica che varia al salire degli ISO, lentezza nella messa a fuoco e nello storage dell'immagine) che non la rendono sufficientemente affidabile per tutti gli usi.
    Spero che con la nuova SD1 tutti questi problemi siani stati affrontati e risolti. Vedremo. In tal caso, venderò senz'altro tutto e comprerò la SD1

    RispondiElimina
  5. il problema di Sigma fin'ora è dato dalla Baionetta e dalle alte sensibilità.

    Il parco ottiche Nikon o Canon sono sensibilmente più corposi ed è innegabile che mediamente la loro qualità è superiore.
    Il costo ovviamente ne risente allo stesso modo. Pur essendoci nel catalogo Sigma vetri di ottima ,forse eccellente, qualità (che comunque possono essere usati anche sugli altri brand).

    Il vecchio Foveon aveva grossi problemi al salire della sensibilità, quando con un comune APS Sony (che praticamente è equipaggiato su tutte le DSLR)si raggiungono senza problemi i 1600ISO.

    Detto questo, io ero possessore di Minolta e poi Sony (5d e A700) sono passato a Nikon per una questione di disponibilità di alcuni vetri che mi servivano e mancavano dall'altra parte ma le qualità di Sigma mi hanno sempre affascinato soprattutto per la plasticità delle immagini.
    Se questa SD1 va bene almeno quanto la SD14 con i suoi 14mpx, me ne sbatto di tutto e cambio brand.
    Mi piace soprattutto l'idea che una fotocamera faccia foto e non altro.

    RispondiElimina
  6. Il grosso problema, come ho accennato nel mio commento, è che molti fotografi, compresi i professionisti, hanno i prosciutti al posto degli occhi, e sono attaccati ai brand fotografici più blasonati, sia per interesse che per tifoseria. Da quando (cioè dall'inizio!), le major Canon-Nikon ecc. hanno scelto il sistema Bayer, hanno imposto involontariamente una visione digitale sostenendo, con quella scelta, che così è "Il Sistema" digitale e che le immagini dovevano avere quelle caratteristiche. Ma nessuno si è mai sognato di affermare che il sistema a mosaico Bayer è un sistema nato zoppo, perché per ottenere la risoluzione nominale, sia spaziale che cromatica, ha bisogno di algoritmi software per la demosaicizzazione e di un filtro anti-aliasing posto davanti al sensore, per annullare l'effetto "denti di sega" lungo i contorni contrastati. L'effetto finale, di chi osserva una foto fatta con un suddetto sensore è la mancanza totale di tridimensionalità e una incapacità a risolvere i micro contrasti negli oggetti più piccoli, come i capelli, i fili d'erba, ma anche nelle geometrie sottili, come le grate dei condizionatori visti da lontano. In generale, le immagini riprese con sensore a mosaico, hanno un aspetto artefatto e "plasticoso" che lascia sempre il sospetto della non-finitezza dell'immagine. Il sensore Foveon, al contrario, registra in ogni pixel equivalente tutta l'informazione cromatica RGB, senza interpolazione software. Inoltre, non avendo bisogno di alcun filtro anti-aliasing, è capace di mostrare per intera tutta la risoluzione spaziale, senza i difetti del sistema Bayer. Per questo, quando guardiamo una stampa da un'immagine ripresa col Foveon, possiamo ammirarne la tridimensionalità e la naturalezza simili alla fotografia analogica. Possiamo affermare allora che il sensore Foveon è il corrispettivo digitale della pellicola, con riferimento anche alle caratteristiche fisiche; quindi lo vedo come unico proseguo sensato e degno di menzione nella storia della fotografia. Questo vuole essere un discorso oggettivo, svincolato dalle logiche delle tifoserie da marchi fotografici. Tutti gli altri discorsi sulla fotografia digitale, se non sono supportati da conoscenza, sono solo discorsi da bar, fatti da incompetenti che sparano stupidaggini, senza sapere. E dentro ci potrei infilare tanti nomi illustri, ma preferisco sorvolare.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Che dire, grazie a tutti quelli che hanno dedicato un po' del loro tempo per condividere le loro conoscenze ed esperienze sul sensore Sigma.

    Come potete vedere dal sondaggio che pubblico anche oggi, la Sigma SD1 -senza un grande battage pubblicitario e sicuramente penalizzata, nei confronti del grande pubblico, delle funzionalità video- viene considerata la terza novità più interessante del Photokina. Ieri riportavo anche le voci di corridoio che parlano di uno sviluppo congiunto del Foveon con l'Olympus.

    Questo sarebbe molto importante, perchè il successo di un prodotto non dipende, purtroppo, solo dalle sue caratteristiche tecniche, ma anche dalla politiche commerciali, di prezzo etc (vi ricordate i videoregistratori? C'era il sitema video2000, il beta e il vhs. Chi si affermò? E quale di questi era il migliore?).

    Un altro "limite" della Sigma è la baionetta: intendiamoci, assieme alle ottiche Canon ho alcune ottiche Sigma e penso che (soprattutto la serie ex) abbia un ottimo rapporto qualità prezzo. Però tutte hanno l'innesto Canon; difficilmente butterei tutto per passare ad una Sigma. E allora, idea folle ma non irrealizzabile, perchè Sigma non produce un corpo macchina con innesto Canon e uno con innesto Nikon. Ripeto, non credo che sia tecnicamente irrealizzabile, e magari un canonista di vecchia data, vincolato dal suo pacchetto di ottiche acquistate nel tempo, potrebbe pensare di provare anche la Sigma SD1.

    Grazie a tutti e buona notte.

    RispondiElimina
  8. Fotografie e commento alla Sigma SD14 qui.

    RispondiElimina
  9. beh, caro (inserire nome), se non hai trovato dei raw sigma significa che non li hai cercati veramente! sono un po' ovunque, e io adoro vedere le facce dei canikonisti quando glieli mando. comunque un blog di riferimento è quello di carl rytterfalk, che usa sigma da sempre, e lì puoi scaricare vari raw:
    http://www.rytterfalk.com/2009/05/13/dp2-raw-pack-ii/
    http://www.rytterfalk.com/2008/06/21/daniel-maria-wedding-with-sd14-and-dp1/

    RispondiElimina
  10. consiglio spassionato: i raw della sigma elaborali soltanto con sigma photo pro

    RispondiElimina
  11. Indiscrezioni fissano il prezzo della SD1 a 2000$. Onestamente, se così fosse (il condizionale è d'obbligo) sarebbe piuttosto alto per il target di riferimento.

    RispondiElimina
  12. Agli appassionati della Sigma, segnalo che sul numero di novembre di "Outdoor Photography" c'è la prova della Sigma SD15.

    RispondiElimina
  13. io abito a roma ed ho sia reflex canon che sigma (sd 14), dimmi pure cosa ti serve sapere...o come fai a farmi avere l'email così ti posso spedire i raw. piacere roberto

    RispondiElimina
  14. Ciao Roberto
    se fosse possibile, servirebbe una foto scattata con la sd14 e con la canon. La risoluzione non deve essere altissima, se possibile uguale per le due foto. Se vuoi aggiungere un tuo commento, ben venga. Puoi mandarmi il tutto a rgbphotos.info (at) gmail.com.

    Grazie in anticipo.

    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina
  15. spedito email con link di dove trovare il confronto..sono foto fatte da me...se non ti arriva nulla scrivimi qui...buona serata:-)Roberto

    RispondiElimina
  16. non è arrivato nulla sull'email?roberto

    RispondiElimina
  17. Grazie, Roberto, mi è arrivato. E l'ho segnalato qui.

    ciao

    RispondiElimina
  18. ciao a tutti, ho letto con interesse i vostri commenti, la forza con cui si sostengono idee e brand....
    Io oggi uso una Canon 50D Sigma SD14 e una Fujifilm S200 EXR..... voi direte cosa ci fà la fuji la ????
    La risposta è semplice, ogni macchina ha pregi e difetti, Sigma è lenta, Canon è piatta, Fuji ha tanta elettronica.... la verità???? concordo con chi ha detto che non importa il brand, io cancellere le scritte dal corpo macchina e scatterei e poi si vedranno i risultati...
    Cmq io ho conosciuto Sigma per curiosità e, costasse anche 2000€, venderò tutto per passare ad SD1, senza nemmeno bisogni di verificare.... ammetto però di aver un bel paio di ottiche x Sigma.....
    Ciao a tutti, quel che conta cmq è sempre la passione che ci accomuna

    RispondiElimina
  19. molti anni fa emergevano le cose migliori e piu' innovative (parlo di 30 anni e oltre). Vi dice nulla Olympus om2, Canon F1, Nikon F? Oggi invece vince chi fa più rumore e chi si crea una fama anche e soprattutto con la pubblicità che ha portato alla diffusione dei brend più affermati. Diffusione che fa sì che solo pochissimi hanno mezzi e coraggio per rimettere tutto in discussione e passare a Sigma. Occorrerebbe infatti vendere oltre ai corpi macchina anche tutti gli obiettivi e ricominciare da zero. Sigma non fa nulla per rimuovere questo ostacolo, come non fa nulla per avere un sw più veloce e per migliorare i risultati ad alti valori di ASA. Secondo me si circonda volutamente di un' aura un po' snob ... un po' all'inglese. Non è simpatico se è così, ma in un mondo dove c'è affollamento e tutti seguono come tante pecorelle chi alletta di più con la pubblicità e i trilioni di pixel, noi "sigmisti per sempre" ce ne stiamo tranquilli e soddisfatti della nostra fotocamera godere orgogliosi dei nostri scattini da 1760 x 2640. Ma solo chi ha Sigma conosce veramente il valore di questi "piccoli files"; piccoli ma di un altro pianeta. Ciao a tutti

    RispondiElimina
  20. Beh, con il passaggio ai 15 Mpixel il "problema" risoluzione dovrebbe essere superato.Resta quello delle fotografie in scarse condizioni di luce, però... fino a pochi anni fa era "normale" non potere superare il limite degli 800 iso, 1600, 3200 al massimo (e solo quando si cercava proprio la "grana")
    Quanto al corredo storico di ottiche Canon e Nikon, forse sarebbe meglio approfondire un po' il tema: con l'elettronica che la fa sempre più da padrona, la "portabilità" delle ottiche nel tempo esiste sicuramente da un punto di vista teorico, ma quanto alla pratica non sempre l'ottica usata fino ad ieri può essere efficacemente usata sul nuovo corpo macchina.

    Ciao

    RispondiElimina
  21. Debbo dire che ho avuto la fortuna di vedere da vicino una macchina sigma con il favoloso sensore foveon,beh che dire il ragazzo che la possedeva si lamentava del rumore della sua macchina in quanto io ho dato un occhiata a le sue foto che sinceramente a me piacevano e come,con un bianco bianco..Le tonalità dei colori e sfumature che davvero mi piacevano,ma vi dico la verità che in un futuro prenderò la sigma senza pensare due volte perché voglio provarla fare delle foto con questo sensore che l'unico difetto che po avere il rumore eccessivo.Ho sempre avuto nikon e sono contento perché ho sfornato dei bei files ma,non so una sigma mi farebbe gola averla nella mia borsa!!ciao a tutti Skender!!!

    RispondiElimina
  22. Ciao Skender
    tieni presente che il sensore Foveon lo trovi anche sulle "compatte" DP1X e DP2X. Ciao.

    RispondiElimina