15 settembre 2010

Dopo tante chiacchiere, ecco finalmente la Nikon D7000 nel suo splendido corpo di lega di magnesio.

Fotografia della Nikon D7000

Qualcosa di più della D90 (che al momento dovrebbe restare in listino), qualcosa di meno (o solo di diverso?) della D300S, sarà in vendita da metà ottobre al prezzo di 1.200$ per il solo corpo, 1.500$ in kit con lo zoom 18‐105mm f/3.5‐5.6G ED VR (per i prezzi in euro credo si applicherà, purtroppo, il solito tasso di cambio "un dollaro = un euro") (NB: il prezzo del solo corpo è stato fissato a 1.189€, 1.399€ nel kit con il 18-105mm VR).

La nuova Nikon D7000 presenta, oltre al già citato corpo in lega di magnesio:
  • sensore CMOS formato Nikon DX da 16,2 milioni di pixel;
  • processore EXPEED 2;
  • elevata sensibilità ISO, da 100 a 6400 estendibile fino a 25.600 equivalente;
  • sensore esposimetrico RGB da 2.016 pixel;
  • sistema autofocus con 39 punti di messa a fuoco (di cui 9 punti a croce al centro);
  • mirino ottico a pentaprisma con copertura del 100% circa ed ingrandimento 0,94x;
  • "impermeabilizzazione" contro polvere e umidità;
  • video in full HD, con modalità autofocus continuo attivabile in fase di registrazione dei filmati e possibilità di utilizzare un microfono esterno per una registrazione audio stere;
  • connessione HDMI;
  • modalità Live View potenziata da nuove modalità AF a contrasto di fas;
  • otturatore testato fino a 150.000 scatti e capace di raggiungere la velocità di 1/8000 di secondo;
  • doppio slot per memory card, con possibilità di effettuare backup da una scheda all'altra;
  • velocità di scatto in sequenza di 6 fotogrammi per secondo, con tempo di attesa tra uno scatto e l'altro di circa 0,05 secondi;
  • monitor LCD TFT da 3 pollici e 920.000 punti.


Giovanni B.

30 commenti:

  1. E' scorretto dire: "corpo di lega di magnesio" quando in realta' solo la parte superiore ed il dorso sono in lega di magnesio, e tutto il resto e' plastica, sia pure hitech. E' chiaro che la resistenza meccanica non e' la stessa, anche se alla fin fine per l'utente medio questo non ha grande rilevanza.

    RispondiElimina
  2. Vero che in lega di magnesi è "solo" la parte superiore ed il dorso, ma ammetterai che ci si può riferire a questa situazione parlando di "corpo in lega di magnesio"? Su dpreview c'è anche una bella foto del telaio della D7000, e di metallo ce n'è parecchio...

    RispondiElimina
  3. Chi e' l'utente medio?

    RispondiElimina
  4. L'utente medio (o meglio, il fotoamatore medio) è quello che legge corpo in lega di magnesio e tanto gli basta. E fa pure ben!

    RispondiElimina
  5. se avessi 2200 euro compro la d700, che è in magnesio e mi interessa molto la robustezza perche sono un professionista. ma siccome sono un foto amatore evoluto ma con budgett scarso compro la d7000 , ecco cosa vuol dire utente medio.

    RispondiElimina
  6. Ciao "Anonimo 2"
    temo che per te non valga la definizione di "utente medio": metti già in relazione il corpo di magnesio con la robustezza.

    Quando penso all'utente medio, lo ammetto, penso molto a me stesso, perso a confrontare due macchine fotografiche su caratteristiche (come la compensazione dell'esposizione flash) che probabilemente non userò mai, ma che mi sembrano essenziali al momento della scelta. Così, leggo corpo in magnesio, o corpo in plastica, e il primo mi sembra enormemente più utile del secondo, anche se poi mi limiterò a fotografare alla festa di compleanno del nipotino.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Non c'è mica da offendersi ad essere definiti utenti medi!!!
    Per le foto al nipotino bastano le compatte.
    Un utente medio che si avvicina alla fotografia comprando una d7000 è un utente medio che fa sul serio senza nulla togliere al professionista.

    RispondiElimina
  8. 100% circa(quindi non e 100%)

    RispondiElimina
  9. parliamoci chiaro: siamo tutti utenti medi, tranne quei pochi che sono veri prof per i quali serve realmente una macchina come la D700 od oltre.
    In linea di massima l'utente medio (me compreso)ha macchinette oltre le proprie capacità (per me la Fuji S5 pro).
    Comunque la comprerei, anche se è troppo per me

    RispondiElimina
  10. Concordo, e mica mi offendo a definirmi un "utente medio": è vero, e anche troppo!

    RispondiElimina
  11. Sono possessore di una Canon digitale del valore di 350€ più 154€ di riparazione per un totale di 504€. Queste macchine digitali sono una vera porcheria! con rispetto parlando per chi le fa e acquista!
    Sono parecchi anni che scatto con una sola macchina analogica!
    Mi piacerebbe spendere 1400 € ma sapere che dopo 3 o al massimo un anno la macchina é da buttare mi lascia perplesso!!!!!!!
    La mia macchina é durata solo 3 mesi circa e le foto sono tutte chiazzate tipo macchia di leopardo!!! mi viene da ridere ma la macchina funzionava bene peccato che la qualità chiazza di leopardo non mi garba per niente!

    RispondiElimina
  12. Ciao Anonimo
    penso che il tuo sia un caso sfortunato: ho una Canon 10D del 2003 che funziona benissimo. Certo, una volta la macchina fotografica durava per tutta la vita, adesso non più.

    RispondiElimina
  13. Ciao Giovanni.
    Sai non credo che sia un caso sfortunato.Senza fare polemica io scatto con le famose macchine che durano tutta la vita.
    Pero se ho scritto é che sento il bisogno di una macchina con la quale poter realizzare foto non allo stato dell'arte ma accettabili.
    Avevo vista questa Nikon d7000 ma 1400 euri !! si dice euro ma euri é divertente mi sembrano troppi se la macchina mi durasse che so un paio di anni. Forse farò la cavolata di comprarla ciao.

    RispondiElimina
  14. Ciao Anonimo
    nessuna polemica, anzi, mi piace confrontarmi con esperienze diverse.
    Se fotografi "con le famose macchine che durano tutta la vita" penso che tu utilizzi la pellicola, sbaglio?
    La pellicola ha, per me, ancora un fascino tutto particolare (in modo speciale, penso alle pellicole dia in formato 6x6, piccoli quadri traslucidi), ma poi la comodità mi ha spinto verso il digitale.
    Ho fatto bene, ho fatto male?
    Non lo so: di sicuro, non potendo più sviluppare in camera oscura e "pubblicando" quasi esclusivamente le mie foto sul web, la scelta del digitale è la più comoda e veloce.

    Giusto per curiosità, quali sono le tue "macchine che durano tutta la vita"? Così, giusto per invidiarti un po'...

    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina
  15. Ciao Giovanni, mi fa piacere del tuo commento simpatico e di questo scambio cordiale di opinioni.
    Io scatto con un Hasselblad 501CM ormai fuori produzione ( in realtá il suo equivalente sarebbe la 503, che ha in piú il motore di ricarica che a me non serve!) Non so se sei un professionista. Io no pero scatto con quello spirito. Addirittura in bianco e nero a volte.
    Credo che la tua scelta sia migliore date le tue esigenze senza parlare del discorso qualitá che porterebbe su altre strade.
    E´molto piú comodo e piú intuitivo e veloce e diciamo la verità secondo me il digitale per il web é perfetto.
    Gli scatti sul analogico sono molto sofferti e studiati nei minimi particolari con risultati diversi ma difficili da controllare se si cerca il pelo nell'uovo! E i costi sono altissimi e la visualizzazione non esiste a parte quando si opera in diapositive. Hai ragione tu ! e piú comoda e veloce.
    Termino con uno spunto filosofico!??? sul digitale.
    Ieri ho dato un occhiata alla Hasselblad 4H60D: 30000€ quasi.
    Con quel prezzo spropositato siamo proprio sulla strada sbagliata se questo é il prezzo per la risoluzione massima sul digitale (vedi Sinar che offre sistema e risoluzioni un po inferiori con i suoi dorsi).
    Ciao
    Marco

    RispondiElimina
  16. Ciao Marco
    un Hasselblad? Potrei odiarti sul serio.
    Hai riassunto perfettamente: il digitale è pratico, la pellicola richiede molta più "artigianalità", intesa come conoscenza del mezzo e delle tecniche fotografiche.

    Certo, fotografare in pellicola costa molto molto di più, ma -fossi in te- da un Hasselblad non passerei ad una digitale (a meno che tu non abbia i famosi 30.000 euro di cui sopra).

    ciao e buone fotografie
    Giovanni

    PS: e se le tue fotografie le pubblichi anche sul web, e ti va di condividerle, mandami il link in un commento!

    RispondiElimina
  17. Ho visto la D7000 e francamente non mi ha entusiasmato. Ma avendo obiettivi NIKON e una ormai obsoleta D70s vorrei fare il passaggio....
    Ancora rifletto, pero questa novità non mi pare per nulla a buon prezze e non so se scegliere la D300S ....bhooo RO

    RispondiElimina
  18. Ciao, sono professionista (professionista è chi si guadagna il pane con l'attrezzo). Mi sento di dover dire la mia su un paio di cose: scattare con spirito da professionista non ha a che vedere con la pellicola; anch'io ho una 500/CM cui sono affezionato, ma è acqua passata; altrettanto dicasi delle mie 35mm. Il fatto è che non c'è, come non c'è mai stata in Italia, una vera cultura dell'immagine stampata. Se così fosse si saprebbe che il digitale di questi giocattoli (DX, FX, per dirla alla Nikon) supera di gran lunga qualsiasi medioformato scattato su qualsiasi materiale chimico, ma bisogna saperlo trattare! C'è stampa e stampa, e quanto a artigianalità il digitale fa sfigurare oltremisura tutto quello che ho imparato stampando a mano colore e bianconero per 25 anni, cioè fino a che non sono passato al digitale senza mezze misure. Il fatto è che sono proprio le basi a mancare, che sono le stesse anche per il digitale, ma amplificate 100 volte. Sulla corta vita delle attrezzature dig. posso essere d'accordo, ma io per esempio sto usando ancora con soddisfazione (cioè a produrre reddito) la mia D70 comprata 6 anni fa... Ok, ho anche la D700, ma si fa per dire, uno strumento buono rimane buono anche in digitale, conoscendone i limiti. Riguardo alla D7000 costa poco in rapporto a ciò che offre (può benissimo paragonarsi alla Canon 7D, non fosse che nei test video che ho visto fin'ora la supera.

    RispondiElimina
  19. Io non avrei dubbi, come risultato "fotografico" a parità di obiettivo la D7000 è di molto superiore alla D300s e costa meno. Andrea

    RispondiElimina
  20. Bho....io ho una vecchia d 70 con cui son caduto in montagna...e funziona ancora benissimo...la d 90 invece dopo 12 mesi è in riparazione,corto circuito...
    ma poi quante storie,,dalla vecchia nikkormat a oggi...ne è passato di tempo...
    e le ho provate tutte......!!!
    ben venga questa nuova nata...e speriamo che finalmente non mi faccia più tremare i polsi per la camera oscura!!! visto che ancora non ci siamo..

    RispondiElimina
  21. Per l'anonimo "professionista":
    1. "professionista è chi si guadagna il pane con l'attrezzo". Assolutamente d'accordo, mi sembra non ci sia nulla da obiettare. Più difficile è fornire una definizione oggettiva di "utente medio".
    2. "scattare con spirito da professionista non ha a che vedere con la pellicola". Anche qui, assolutamente d'accordo. Infatti con Marco, un paio di commenti più sopra, si parlava di gusto per la materialità della pellicola. Un ragionamento che, se ci pensiamo, può permettersi più un fotoamatore (che non deve necessariamente ottimizzare costi e tempi della sua attività fotografica) che un professionista.
    3. Credo che sulla carta e dal punto di vista tecnico la Canon 7D, per quanto riguarda la ripresa video, sia superiore alla Nikon D7000. Nella pratica, invece, da quanto vedo on-line la differenza non la fa l'uno o l'altra macchina, ma il talento di chi le ha in mano.

    Ciao e grazie
    Giovanni

    RispondiElimina
  22. Scusate per "l'anonimo", nella fretta non ho pensato a firmarmi.
    Può darsi che in effetti la percezione che si ha della differenza fra pellicola e digitale sia diversa fra professionista e non professionista, quello comunque che volevo dire è che non è affatto vero che costi e tempi sono più ottimizzati dalla praticità del digitale, almendo lavorando secondo i canoni. Cioè il 90% dei miei colleghi magari praticano il "point and shoot... and print" (con tutto il rispetto possibile, il mercato lo conosco, è quello), ma assicuro, con 25 anni di esperienza di camera oscura (abbandonata totalmente da quando col digitale non ha più senso perdere tempo a curare macchine da stampa e chimica quando basta usare servizi curati da altri - divisione del lavoro. Tutto il lavoro creativo e artigianale, una volta parte del processo sviluppo-stampa, si fa in "pp", via software). La fotografia _stampata_ digitale, pur basandosi sugli stessi fondament tecnici, permette molto di più, e richiede di conseguenza molta più artigianalità, tempo, sudore, impegno (studio) e quindi il costo ne risente. Ci vuole ovviamente un servizio di stampa professionamente affidabile (e ce ne sono pochi, e costano anche questi di più). D'accordo ci sono le stampine da 10 cent (le vendiamo anche noi), ma la Fotografia è sempre, volendo, _F_otografia. Senza la puzza dei chimici magari... cioè dislocata altrove ;))
    Non sono particolarmente tifoso di un marchio (attualmente uso anche Panasonic, e ho usato Hasselblad, Contax, Pentax, Olympus) ma guardando proprio video comparativi fra 7D e D7000 non ho dubbi (se i test sono fatti come dichiarato). Si guardi il test di FenchelJanisch, in HD se possibile: nella ripresa su sfondo giallo e arancio, devono esserci foglie verdi su sfondo giallo o arancio, la Canon appesantisce troppo con artefatti da compressione, la Nikon è OK. Nella ripresa successiva, il moiré è meno marcato nella d7000. Ancora, nei test ad alta sensibilità la D7000 è migliore della 60D (con stesso obiettivo montato), si guardi l'asfalto.
    Certo bisogna valutare l'intervento di youtube sugli originali, ma in questo caso gli originali sono inseriti negli stessi fotogrammi dello stesso filmato, poi passato a Youtube. Nikon finalmente può produrre filmati (in una dslr) all'altezza di Canon e Panasonic (solo a 24fps però).
    Fabio
    http://www.youtube.com/watch?v=GpQ8s4nNQSE
    http://www.youtube.com/watch?v=xAJGdYQm5g4

    RispondiElimina
  23. Fabio, grazie per tutte le informazioni che hai fornito. Aggiungo che da qui è possibile vedere un confronto tra fotografie scattate con la D7000 e la 7D.

    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina
  24. Voglio buttarmi sulla prima digitale reflex, dopo aver posseduto (con soddisfazione) una Nikon F801.
    Che dite prendo una D90 (scontata con 18-200), mi butto subito sulla D7000 (costicchia pero'), oppure opto per la Canon Eos 60D???
    Aggiungo che sono un fotografo medio, direi medisssimo.

    Andrea

    RispondiElimina
  25. A mio parere, Canon D60.
    Se non ti interessano i video, prendi in considerazione anche la D550 e la D500.

    ciao e buon divertimento
    Giovanni

    RispondiElimina
  26. ..non è male ma deve scendere il prezzo..

    RispondiElimina
  27. Scusate se mi intrometto,
    sono un "amatore medio" vorrei comprarmi una digitale che filmi in HD e sono indeciso tra una Nikon v1 e una panasonic g3. Qualcuno sa consigliarmi ? o e meglio stare su una d7000 ?

    RispondiElimina
  28. Sono tre macchine con caratteristiche differenti. Scarterei subito la v1, se non altro perchè il sensore di ridotte dimensioni non ti darebbe quella profondità di campo che è il punto di forza dei video girati con DSRL.
    Ho visto splendidi video girati con la d7000, ma la differenza la faceva più il "manico" del filmaker che il seppur ottimo strumento.
    In casa Panasonic, prova a dare un'occhiata alla Panasonic Lumix GH2.
    Se ti interessa l'aspetto video, ti consiglio di dare un'occhiata a nofilmschool prima di procedere al tuo acquisto.

    Ciao e... facci sapere come è andata.

    RispondiElimina
  29. Buongiorno,
    Sono un "amatore medio" (se così ci si può definire) Sono un amante delle fotografie ma non disdegno i filmati. Amo (prima di tutto) la qualità delle cose e chiaramente ove possibile il rapporto qualitàPrezzo / Dimensione . Come il mio predecessore sono molto attratto dalla Nikon V1 ma anche dalla Panasonic DMC FT3 (più dalle dimensioni/praticità/qualità). Premesso che possiedo ancora una Nikon F801 che mi ha accompagnato nella vita, e sono sempre stato un amante delle reflex, mi sento però molto combattuto se portarmi finalmente su una Nikon D7000 o stare sulle macchine sopra citate.
    Capisco che si stà parlando di cose diverse e per scopi diversi ma ho una grande confusione e vorrei un pò di chiarezza. Potete aiutarmi ?

    RispondiElimina
  30. Ciao ultimo Anonimo (se mettete un nome alla fine diventa più facile orientarsi).

    Nikon V1, Panasonic DMC FT3 e Nikon D7000 sono, come hai detto, tre strumenti fotografici molto, molto diversi tra di loro.

    Per parlarne con te dovrei sapere almeno dove e casa ti piace fotografare, e cosa vorresti fare con la tua futura macchina fotografica.

    Quanto conta la qualità d'immagine, la profondità di campo, la gamma dinamica, la vastita del corredo, le dimensioni ed il peso nella tua scelta?

    Fammi sapere.

    Ciao

    RispondiElimina