30 agosto 2010

Esistono software gratuiti (freeware o shareware) per l'elaborazione delle immagini? E cosa offrono, in più o in meno, rispetto a Photoshop, vero e inarrivabile punto di riferimento del settore?

Abbandonato per l'ennesima volta, in poco più di un mese, dal mio pc, sono costretto a ripiegare su di un netbook di appoggio, e a dire addio a Photoshop. Ma, poichè credo di poter rinunciare ancora a lungo alla mia "camera chiara", mi sono messo alla ricerca di un software alternativo a Photoshop (per i soli aspetti relativi all'elaborazione delle fotografie), che sia gratuito e che non richieda troppa potenza di calcolo.
Dopo aver girovagato un po' sul web, ho selezionato questi:
  • Photo Engine di Oloneo. Da quanto riesco a capire è un software in beta gratuita (a 32 e 64 bit) per l'elaborazione delle fotografie, con alcuni controlli specifici per la gestione del HDR. La parte relativa al HDR non mi interessa, ma il resto mi sembra interessante. Sul sito non ho trovato traccia dei requisiti hardware minimi, quindi, conscio della poca potenza a mia disposizione, non mi resta che provare. Photo Engine sarà la mia prima prova.
  • GIMP. GIMP (GNU Image Manipulation Program) è la risposta freeware a Photoshop. Sui forum ho letto commenti entusiastici, e sembra poter contare su di una vasta community di affezionati che ne garantisce lo sviluppo, sia sul lato software, sia sul fronte della documentazione. Come in tutti i progetti GNU, io rimango bloccato dalla necessità di scariare i file sorgenti e altre diavolerie varie... ma in questo caso esiste anche un programma di installazione (il link segnalato si riferisce all'ambiente windows, chi usa Mac OS X deve cliccare qui). GIMP sarà la mia seconda prova.
Tra i software più "leggeri" (Windows Photo Gallery / Windows Live Photo Gallery, per l'universo dei pc, iPhoto, per il mondo Mac, Picasa, per tutti), mi ha incuriosito (per il nome, lo ammetto) Picnik. Funziona completamente on-line, quindi non si deve installare nulla sul pc. Di contro, dubito che possa fornire controlli realmente avanzati (e mi domando cosa accade quando si deve caricare, per elaborarla, una fotografia da diversi megapixel).Comunque, tentare non costa nulla e, visto che non devo neppure installare nulla, provo subito a caricare una fotografia. Contrariamente alle aspettative, il caricamento (fotografia in formato jpeg da 2,35 Megabyte) è pressochè immediato (bravi!). A questo punto è possibile ruotare, ritagliare, ridimensionare la fotografia, o correggerne esposizione, colori, il contrasto o gli immancabili occhi rossi. C'è poi tutta una sezione dedicata agli aspetti più creativi, dallo sfocato (casuale) al cross processing (è ancora di moda?). Contrariamente alle mie aspettative, questo software non è affatto male: non può assolutamente (ma neppure lontanamente) competere con Photoshop, ma se serve una correzione al volo Picnic può essere una soluzione da tenere presente.

0 commenti:

Posta un commento