16 luglio 2010

Ieri ho pubblicato un post per lamentare la scarsa attenzione che i nostri quotidiani riservano alla fotografia, indignandomi per la presenza nella galleria fotografica "La gente di Gaza", con foto di Alessandro Gandolfi, di due fotografie indecorosamente  mosse. Anche queste attribuite, dal Corriere, ad Alessandro Gandolfi.

Oggi trovo tra i commenti "da moderare" del blog il seguente:
"Ciao, sono Alessandro Gandolfi, l'autore delle foto in questione. C'è stato un errore, le ultime due foto alle quali tu fai riferimento non sono del sottoscritto e non appartengono al mio reportage. Sono state inserite nella gallery del Corriere per sbaglio, e spero vengano presto tolte... Saluti, ag"
Quindi, per il buon nome di Alessandro, le due fotografie mosse pubblicate dal Corriere nel reportage fotografico  "La gente di Gaza" NON sono di Alessandro Gandolfi (il reportage su Gaza lo potete vedere qui, oppure andate sul suo sito per altri fotoreportage).

Foto di Alessandro Gandolfi - Vita quotidiana nella striscia di Gaza

Ben per lui, onestamente, e per la categoria dei fotoreporter italiani; male per noi, direi, perché questo episodio conferma che la fotografia -in redazione- è veramente trattata come l'ultima delle risorse, e che per gli editor (ma esistono ancora?) qualsiasi fotografia è pubblicabile.

Detto, anzi, scritto questo, mi ritiro in una rassegnata tristezza.

2 commenti:

  1. Ciao, complimenti per il sito, pulito ed elegante. Colgo l'occasione (se posso) di lasciarti il link del mio sito, riguarda la fotografia. Se sei interessato possiamo effettuare uno scambio link! Scrivi nel mio blog così mi accorgo della tua risposta. Ciao, a presto! =)

    RispondiElimina
  2. Manca il link o sbaglio?
    :)

    Ciao

    RispondiElimina