19 gennaio 2010

Appassionati di fotogiornalismo?
Allora non perdetevi l'ultimo numero di Witness Journal che, nella sua prima edizione anche in lingua inglese, è tutto dedicato all'estero: dalle immagini del centro di Mogadiscio con la sua ventennale storia di violenza e guerra civile, alle case di Dehli dove vivono abbandonati i malati di AIDS indiani, passando per le strade di Nablus, dove si consuma la tragedia israelo-palestinese. Ma anche Sud America, con le storie del "movimento sem terra" in Brasile e degli Angeles D1 a Lima in Perù, e poi Cina, Albania e Stati Uniti. Tutto internazionale, tranne l'intervista all'italianissimo (e molto bravo) Mario Spada (leggi anche: "Mario Spada, il fotoreportage in bianco e nero").

Ecco tutti i fotoreportage che troverete su Witness Journal numero 28:
  • 9 giorni a Mogadiscio - L'inferno di Mogadiscio e della Somalia, dove sopravvivere è solo questione di fortuna. Ugo Borga, Matteo Fagotto e Giampaolo Musumeci hanno passato una settimana nella capitale somala. Un reportage difficile ed estremamente pericoloso, per testimoniare il bagno di sangue in cui la Somalia è immersa da quasi vent'anni. Nel silenzio e nell'indifferenza pressochè totale della comunità internazionale
  • AIDS in India - Il problema dell'AIDS in India, secondo paese più popoloso del pianeta, è drammatico. Si stimano più di tre milioni di persone contagiate, ma sono stime al ribasso. Il reportage ci racconta la quotidianità di alcuni malati nelle loro case di Delhi.
  • Terra Livre - Un reportage dal Brasile dove il sistema latifondiario è ancora la realtà più diffusa, con l'1% della popolazione che detiene la maggior parte dell'attività agricola del paese. Il Movimento Sem Terra lotta da anni chiedendo una vera riforma agraria.
  • Angeles D1 - La storia dell'incontro di due mondi differenti a Lima. Una scuola di ballo aperta dalla ballerina Vania Masias con i ragazzi di strada che per guadagnare qualche moneta fanno acrobazie ai semafori, la Angeles D1.
  • Burning Man - Le foto di questo reportage sono state realizzate in una settimana sulla playa del Burning Man 2009, seguendo i dettami dell'organizzazione: niente scatti rubati per salvaguardare la privacy dei partecipanti.
  • Nablus-West Bank - Nota per essere stata luogo di numerose battaglie durante la Seconda Intifada, è additata dalle Forze Militari Israeliane (IDF) come uno degli epicentri del terrorismo palestinese. La città è governata da Hamas, l'organizzazione dal 2006 al potere dell'Autorità Nazionale Palestinese.
  • Pechino in quei giorni - Un reportage da Pechino nel giorno del 60° anniversario della Repubblica Popolare Cinese. Il 1° ottobre 2009, data delle celebrazioni ufficiali, il centro cittadino è blindato e controllato da migliaia di soldati, ma nei giorni precedenti e successivi è anche festa del popolo.
  • Albania Marina - Uno sguardo "straniero" sul fenomeno turistico albanese, in particolare sulla realtà costiera affascinante e incontaminata, ma ancora sottodimensionato e a vocazione locale, pegno dovuto al lungo isolamento politico e alle difficoltà ad avviare una cultura turistica nazionale.

0 commenti:

Posta un commento