15 dicembre 2009

perchè usare i watermark nelle fotografie e come realizzare un watermark con photoshop cs2
Diciamolo subito: i watermarks -quelle scritte trasparenti che sovraimprimono sulla fotografia le informazioni del copyright - sono brutti e disturbano la visione della foto.

Ma, a quanto pare, sono indispensabili per chi con la fotografia vuole guadagnarsi il pane quotidiano (ovvero, per impedire che le nostre fotografie siano utilizzate senza che ci venga riconosciuto il dovuto).

Jim Goldstein affronta questo argomento in due articoli piuttosto completi, ancorchè simpatici da leggere: dimostra anzitutto, e oltre ogni ragionevole dubbio, il perchè è indispensabile aggiungere questo orpello alle fotografie ("Watermarks: My Journey With Photographic Watermarks"), e ripercorre poi le diverse possibili soluzioni grafiche adottate nel corso degli anni, le ragioni alla base di ciascuna scelta ed i pro e contro ("Watermarks: Evolution of a Watermark").

Posto che convincere un fotografo a difendere le proprie creazioni è opera tutto sommato facile, il secondo articolo è estremamente interessante per evitare di ripetere gli "errori" fatti da J. Goldstein nella realizzazione grafica del propio watermark.

Adesso, se vi siete convinti dell'utilità di un watermark, non vi resta che realizzare il vostro watermark. Come? Basta seguire le indicazioni di Russel Brown (da The Russel Brown Shop, Digital Watermark Branding, imperdibile!).

1 commenti:

  1. Un parere in parte opposto, contrario cioè all'uso dei watermark, soprattutto di quelli più invadenti, in questo articolo: "Conviene inserire un watermark nelle foto di Flickr?".

    RispondiElimina