22 aprile 2009

2 commenti:

  1. io mi sto accostando pian piano al mondo del bianco e nero digitale.
    è come dover de-programmarsi e ricominciare daccapo con una camera oscura diversa, fa un certo effetto..

    ena

    RispondiElimina
  2. Un po' di nostalgia della camera oscura rimane, del rito dell'immersione della carta sensibile nei vari liquidi, delle fotografie appese con le mollette ad un filo come fossero panni. Però, almeno nel mio caso, la realtà era diversa: d'inverno faceva un freddo cane, si poteva lavorare solo di notte (per evitare il più possibile infiltrazioni di luce), la cassetta (audio) terminava nel bel mezzo dello sviluppo e dovevi girarla nel buio più completo, inevitabilmente riuscivo a macchiarmi con lo sviluppo / fissaggio... Il pc è meno romantico, ma ti siedi, sei al caldo, ascolti la tua infinita collezione di mp3... e poi ti apre il mondo del colore che, con la camera oscura, rimaneva al di fuori della mia portata.

    Ciao
    Giovanni B.

    RispondiElimina