2 aprile 2009

La lettura dell'articolo "As Long as There Is Passion, There Will Be Great Photojournalism" è l'occasione per ritornare a a vedere i lavori di due fotoreporter contemporanei che ammiro molto: il già citato James Nachtwey e Jason P. Howe.

Due profili piuttosto diversi, per età (del 1948 il primo, del 1971 il secondo) e nazionalità (americano l'uno, inglese l'altro), accoumunati dalla fortissima personalità che riescono ad esprimere nelle proprie fotografie.

Da vedere.

2 commenti:

  1. ciao!
    è un po' che non facevo un salto...
    ho di recente discusso animatamente di Luigi Ghirri con tuo fratello.
    Tu che ne pensi di lui?

    (ahem, sto usando lo spazio dei commenti per fini personali, pardon!) :)

    ciao
    ena (mi firmavo così? mi riconosci?)

    RispondiElimina
  2. Ciao Ena! Certo che mi ricordo di te, e mi fa piacere ritrovarti. Finalmente!
    Ghirri, ghirri... dai, lo spazio di un commento è poco. Provo a vededere se mi viene da scriverci qsa nei prossimi giorni.

    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina