3 marzo 2009

Su Avvenire di domenica è stata pubblicata una bella intervista al fotografo friulano Elio Ciol (vedi qui tutti i suoi libri), che oggi compie 80 anni.
Tra le cose che mi hanno colpito, questa:
Il digitale rende ancora più della pellicola. Vede più in profondità e riesce a riprodurre perfettamente tutte quelle gradazioni dei toni nelle ombre che invece la pellicola schiacciava
Elio Ciol, Prima del temporale
Elio Ciol, Prima del temporale, 1963

Affermazione per me stupefacente e interessante: ho sempre sentito affermare il contrario (la presunta incapacità del digitale di riprodurre i "toni" dei neri) e, a quanto pare, non ho l'occhio sufficientemente allenato per poter confermare o smentire.


Comunque, buon compleanno signor Ciol.
Giovanni B.

0 commenti:

Posta un commento